MERCATINO MISSIONARIO

pro San Paolo – Brasile

19/20 novembre 2005

c/o Parrocchia SS Pietro e Paolo
Volpiano – To

 

Progetto:
MACCHINE PER LA CARPENTERIA "LEGNARTEFATO"
Favela Jardim Perì - San Paolo – Brasile

 

Quattro nostri Laici Missionari della Consolata di Grugliasco sono stati invitati, insieme ad altri Laici degli altri continenti, a rappresentarci in Brasile durante il Capitolo Generale delle Suore Missionarie della Consolata.

Mentre si trovavano in questo paese hanno avuto occasione di visitare la Favela di Jardim Perì a San Paolo.
Avendo ascoltato la loro testimonianza abbiamo scelto di sostenere questo progetto, che anche se già avviato, ha sempre bisogno di un aiuto per poter continuare.

Vi riportiamo la loro testimonianza fatta durante le SS Messe presso la Parrocchia SS Pietro e Paolo di Volpiano – To



"
Vi chiediamo qualche minuto di attenzione a nome del gruppo Laici Missionari della Consolata.
Da alcuni anni la Vostra Parrocchia ci accoglie per proporvi un mercatino il cui provento va a favore di un progetto missionario delle Suore Missioanrie della Consolata.
Mentre Vi ringraziamo per quanto avete già fatto negli scorsi anni, proprio in questo periodo, Vi proponiamo oggi di sostenere un nuovo progetto, già avviato, ma che attende di essere completato. Si tratta di sostenere un CENTRO EDUCATIVO situato in una FAVELA BRASILIANA alla periferia della grande metropoli di San Paolo ( 19 milioni di abitanti).

La FAVELA, questa realtà che attrae la curiosità dei turisti, soprattutto perchè le guide raccomandano di starne lontani, per i numerosi rischi che può correre chi si volesse inoltrare, l'abbiamo conosciuta recentemente, abbiamo incontrato la gente, i giovani gli anziani, ma soprattutto tanti bambini, bisognori si atttenzioni e tenerezze che si aggrappano a te in attesa di una carezza, bisognosi di un sorriso tutto per loro.

Un "BARIO" , cioè un quartiere, JARDIM PERÌ; un grande quartiere di 120.000 abitanti, ammassati in una baraccopoli, fatta di lamiere e tavole di legno, di fognature a cielo aperto.

Là vivono le persone, le famiglie della FAVELA. Queste persone, la maggior parte delle quali arrivano dalle campagne, sono state estromesse dalle loro terre per speculazioni, e spedite nella grande città; famiglie intere, a dormire sotto i ponti, a nutrirsi di sola frutta e di rifiuti. Fino a quando riescono a conquistarsi un posticino per costruire una baracca nella FAVELA, assieme ad altri sventurati, messi lì a convivere, senza soldi, senza assistenza, senza servizi, senza acqua, senza luce, senza tutto il necessario per una esistenza da chiamare "vita". Gli estranei che vi capitano devono fare attenzione, sono visti con sospetto per il timore che vengano a portare loro via qualcosa, conquistato a prezzo di lotte e sacrifici.

Le Suore della Consolata in questa desolazione si sono inserite parlando dell'amore per il prossimo, parlando e ascoltando, accompagnando i loro canti, insegnando loro qualche preghiera e parlando di una Mamma che li poteva consolare.
"Avete bisogno di acqua, di servizi, di assistenza, di scuole, di lavoro, ma soprattutto avete bisogno di giustizia, e noi siamo dalla vostra parte e ci batteremo con voi per ottenerla" questo hanno detto le Suore a quella gente e forse loro, per la prima volta, si sono sentiti accolti, difesi, amati da qualcuno che voleva il loro bene e quello delle loro famiglie. E la gente le ha seguite!
Ecco allora che 25 anni fa, una Suora coraggiosa ha promosso la costituzione di un CENTRO EDUCATIVO che accogliesse bambini e adolescenti, per toglierli dalla strada e pian piano insegnare loro un nuovo modello di vita: come si studia, come si lavora, come si vive in una comunità civile, diritti e doveri di tutti.
Un CENTRO che insegnasse ai ragazzi un mestiere, in modo da potersi inserire nel mercato del lavoro, ma che nello stesso tempo fosse anche di riferimento educativo e aggregativo per le famiglie, spesso dissestate da vicende drammatiche di alcolismo, delinquenza, droga, prostituzione.

Oggi il CENTRO si è consolidato e ospita 350 bambini , adolescenti, ragazzi, con un'età compresa tra i 3 e i 16 anni.
Opera con le poche risorse disponibili localmente e offre corsi di addestramento per panettieri e pasticcieri, sarte e possiede anche un laboratorio per i primi rudimenti di informatica.
Molto richiesti sono i lavori in legno ed è per questo che il CENTRO ha destinato una struttura a laboratorio di falegnameria per i ragazzi.
Quando l'abbiamo visitato abbiamo incontrato una ventina di ragazzi , entusiasti dei loro semplici lavori ma, ci diceva l'istruttore, con poche possibilità di sviluppo in quanto mancavano i macchinari idonei.

Il progetto a cui vi proponiamo di aderire, comprando qualche oggetto al mercatino, riguarda proprio l'acquisto di macchinari per il laboratorio di falegnameria della FAVELA di Jardim Perì.

Quello che farete non è un'offerta da utilizzare per dei mezzi tecnici, ma è un gesto di solidarietà, un gesto d 'amore verso queste creature che non hanno altra via di sopravvivenza ai pericoli della strada, se non quella di imparare a lavorare, impadronirsi di un mestiere che dia loro e alle loro future famiglie la possibilità di una vita dignitosa.

Noi stiamo lavorando affinchè loro possano realizzare quanto desiderano e chiediamo anche a Voi di darci una mano in modo che non si ricordi invano quanto dice la Parola di Dio:


" Egli mi ha mandato per portare la "buona notizia" ai poveri,
a curare chi ha il cuore spezzato,
a proclamare la liberazione,
a confortare quelli che soffrono,
a far sbocciare la giustizia su tutte le nazioni ..."


Grazie per l'attenzione!"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni scrivi a progetti.mc@pcn.net

 

Per saperne di più sui mercatini missionari dei LMdC... clicca qui

 

Sito dei Laici Missionari della Consolata di Grugliasco, Torino (I) - E-mail - © 2005 LMdC
Sede: C.so Allamano 137, 10095 Grugliasco (TO)